You are here

Lavaggio ad ultrasuoni di un motore HONDA

Lavaggio ad ultrasuoni di un motore di una moto HONDA da competizione.

Nelle competizioni motociclistiche, come del resto in quelle automobilistiche, l'avanzata tecnologia dei moderni propulsori permette di raggiungere in tutta sicurezza circa 300 CV/Litro.
Ovviamente, per raggiungere potenze così elevate, è necessario che ogni componente del motore da corsa sia studiato e realizzato nei minimi particolari. Ogni componente è studiato per resistere alle enormi sollecitazioni meccaniche alle quali viene sottoposto il propulsore.
Ogni particolare è realizzato con materiali speciali e le tolleranze meccaniche spesso sono micrometriche. Nel caso delle MotoGP, dopo aver effettuato una gara, i motori vengono accuratamente smontati per verificare quali componenti si siano usurati e quali necessitino di un'immediata sostituzione.

Nei giorni scorsi, la ditta AD Racing di Carate Brianza, ci ha chiesto di effettuare una prova di lavaggio ad ultrasuoni con una testa di un motore HONDA da competizione. Il problema della AD Racing era quello di rimuovere completamemte i resdidui di un trattamento superficiale, residui di paste di lucidatura ed infine redsidui carboniosi dovuti alla combustione dei gas.


Residui carboniosi.


Particolare residuo carbonioso.


Il lavaggio del motore con lavatrice ad ultrasuoni SONICA.


Particolare durante il lavaggio.

Abbiamo realizzato insieme una prova di lavaggio con una lavatrice ad ultrasuoni SONICA® 5300 EP con un detergente specifico per il lavaggio dei particolari meccanici di precisione. Il prodotto detergente SONICA® ML l'avevo già testato in occasione della scorsa edizione dell'America's Cup a Valencia presso il Team Spagnolo Desafio Español 2007.

Il detergente veniva utilizzato in modo specifico per il lavaggio accurato di tutte le parti meccaniche dei winches delle barche a vela e in particolar modo per la rimozione di residui di olii, grassi minerali particolarmente tenaci e incrostazioni dalle parti meccaniche di precisione realizzate in lega leggera.
Per maggiori dettagli:
lavaggio ad ultrasuoni dei particolari meccanici: La mia collaborazione con il Team di Desafio Español 2007
Nel caso del motore HONDA che vediamo nel breve video dimostrativo, dopo essere stato smontato presso l'officina di preparazione AD Racing, è stato e effettuato un trattamento superficiale (sabbiatura) che ha lasciato numerosi residui di sabbia all'interno dei collettori di scarico e in varie parti del motore. Anche nelle foto si notano numerose incrostazioni di residui carboniosi dovute alle alte temperature che si sviluppano all'interno dei condotti di scarico.
Dopo un lavaggio effettuato con sistema Sweep System alla tempertaura di circa 40°C. per un tempo di circa 20 minuti siamo riusciti ad eliminare la totalità dei pericolosi residui di sabbia e sono stati rimossi i residui carboniosi dai condotti di scarico. Immaginate cosa potrebbe succedere se un residuo di sabbia rimanesse all'interno del cilindro o delle valvole!
Una perfetta pulizia in ogni punto del motore, assicura una garanzia di un buon risultato del lavoro finale.


Particolare dei condotti dopo il lavaggio.


Particolare dopo il lavaggio e la rimozione di paste di lucidatura.

Abbiamo in ogni caso riscontrato che è necessario fare attenzione al tempo di trattamento di lavaggio in quanto un tempo troppo prolungato tenderebbe a danneggiare il trattamento di lucidatura della superficie del metallo (alluminio) dovuta alla cavitazione ultrasonora.
Suggerisco pertanto, di lasciare ammorbidire i residui carboniosi all'interno della vasca senza ultrasuoni per un tempo di circa un'ora a temperatura e poi una volta raggiunti i 40-50°C procedere con l'attivazione delle onde ultrasonore a 39-40kHz che provvedono a rimuovere completamente ogni residuo. Il risultato finale è veramente eccellente.